Sentinella del Creato, il finale di progetto

Alle battute finali Sentinella del Creato, il progetto di studio, ricerca, formazione e informazione sulle cosiddette ‘aree marginali’, le zona di confine con aree protette che si trovano in condizioni di abbandono e che, proprio per questo, sviluppano peculiari caratteristiche di flora e di fauna e diventano riserve di biodiversità.

Dopo aver preso in esame alcune aree marginali nei territori di Poggiorsini, Spinazzola, Ruvo, Corato, Modugno e Bitonto, i soggetti attuatori del progetto, i Centri di Educazione Ambientale ‘Terra Mia’, ‘Oprhys’ e ‘Masseria Carrara’ presentano al pubblico i risultati delle ricerche e degli studi compiuti. L’appuntamento è per mercoledì 13 luglio, presso il CEA WWF ‘Masseria Carrara’ a Modugno (via delle Rose s.n).

Si comincia alle 18.00, con il momento dell’accoglienza. Alle 18.30, Giuseppe Loviglio, presidente di Laetitia scs, per il CEA ‘Terra Mia’, presenterà finalità, obiettivi e output del progetto: finanziato dalla regione Puglia – Servizio Ecologia, per tramite del bando ‘Grid-on Green’, Sentinella del Creato ha realizzato una serie di interventi di formazione e informazione alla cittadinanza, con visite guidate, laboratori didattici, una mostra fotografica e un convegno sul cosiddetto ‘Terzo Paesaggio’, l’area di confine, fra il tessuto urbano e l’area naturale protetta.

Alle 19.00, sarà presentato il volume Il Mago di Ricicloz, di Chiara Cannito, edito da Quorum. Si tratta della rivisitazione in chiave ambientalista del notissimo romanzo per ragazzi Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum. Il testo a fronte, in lingua inglese, è a cura di Emanuele Noviello. Le illustrazioni sono invece a cura di Giulia Ameruoso. Subito dopo, Maria Panza presenta il volumetto Terzo Paesaggio, una pubblicazione sulle aree marginali prese in considerazione, fra il Parco Nazionale dell’Alta Murgia e il Parco Naturale di Lama Balice. Le foto sono dei fratelli Antonio e Roberto Tartaglione.

Alle 19.30, è prevista la prima proiezione del video Sentinella del Creato, un racconto per immagini delle tipicità delle aree prese in esame, con particolare riferimento alla biodiversità che qui trova rifugio. Da non perdere, le vedute aree realizzate tramite drone.

In chiusura, uno spettacolo teatrale per bambini, Il principe maiale, a cura della compagnia ‘Il Teatro delle Bambole’ e a seguire un buffet biologico.

La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

Il progetto Sentinella del Creato è stato realizzato dai Centri di Educazione Ambientale ‘Terra Mia’, ‘Oprhys’ e ‘Masseria Carrara’ con la collaborazione di alcune cooperative e associazioni del territorio attive sui temi dell’educazione ambientale. Fra gli altri hanno partecipato Laetitia scs, Associazione Centro Studi Didattica Ambientale Terrae, coop. Verderame, Ulixes scs.

Up! La Festa del Parco dell’Alta Murgia

Arte, natura, turismo e formazione saranno al centro dell’edizione 2016 di UP! Festa del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, l’evento che animerà nel mese di luglio le 13 cittadine di questo straordinario territorio pugliese. Il concept di UP! riparte da un turismo fondato sulla mobilità dolce, dove la promozione e la divulgazione della cultura passano attraverso il principio di “impatto zero”, così da comunicare in modo diretto l’idea di un Parco da vivere e rispettare. Il tema scelto per il 2016 è quello della bellezza in bicicletta, uno spunto brioso per raccontare l’eccellenza naturale di questi luoghi e far conoscere a livello internazionale i magnifici percorsi delle ciclovie del Parco.

La Festa del Parco Nazionale dell’Alta Murgia sarà inoltre un’occasione per illustrare ai cittadini del Parco e agli ospiti della manifestazione il Piano per il Parco, recentemente entrato in vigore: uno strumento che disciplina gli interventi connessi all’utilizzo del territorio, alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio di valori naturalistici, ambientali, storici,
culturali e antropologici tradizionali, nonché alla presenza ed all’attività dell’uomo. Il Piano sarà inoltre al centro di uno dei tre workshop in programma.

Ma UP! è anche un momento di grande musica, con un contest per artisti emergenti e tre serate dedicate a musicisti del calibro di Giò Sada, Ermal Metal, Radiodervish e Premiata Forneria Marconi. A tutto questo si andranno ad aggiungere le affascinanti escursioni serali per ammirare il grande spettacolo naturale del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, le attività predisposte nel salotto ivi allestito e i percorsi didattici di apprendimento grazie a cui i più piccoli potranno imparare il concetto responsabilità personale applicato alla natura.

LE ESCURSIONI
Le giornate di Up! rappresenteranno anche il momento ideale per tre escursioni in luoghi che possiedono un mirabile comune denominatore: la bellezza. Il 24 luglio a Minervino Murge si terrà l’escursione dal titolo Bellezza in bicicletta, un viaggio su due ruote all’ora del tramonto che prevede anche una degustazione su tema sonoro a base di swing. Sabato 30 luglio a Poggiorsini si passa a Di terra e di cielo, bellezza e stupore, un’escursione in notturna (anche per principianti) che per circa 7 chilometri passa lungo il costone murgiano e culmina a torce spente. Al buio sarà quindi possibile osservare la volta celeste con l’ausilio di telescopi e la guida esperta messa a disposizione da ll Planetario Mobile. Domenica 31 luglio a Spinazzola arriva l’ultima escursione, Il carsismo a Senarico: la bellezza affiora dalla terra, un viaggio con due guide esperte alla scoperta delle forme del carsismo epigeo formatesi nel tempo su quel particolare tipo di rocce.

IL SALOTTO NEL PARCO
Il Parco come location non solo attrattiva, ma in primis accogliente, da vivere come un ambiente domestico in cui apprendere nel massimo relax. Durante Up! sarà infatti presente un vero salotto  spirato agli interni degli anni ’50, da usare e rispettare come se si fosse in casa propria. Nel Salotto, gli amici del Parco potranno ammirare la mostra fotografica inedita “Scatti in ciclovia”, opera ideata e realizzata da Michele Carnimeo con scatti originali ed esclusivi per Up!. “Scatti in ciclovia” è la prima mostra fotografica realizzata lungo le ciclovie del Parco, un modo per raccontarne gli scorci più suggestivi attraverso quindici immagini dallo taglio poetico e creativo. Nel Salotto sarà inoltre allestita una zona infopoint dove sarà possibile ritirare materiale promozionale, acquistare gadget e chiedere informazioni ad hostess in perfetto outfit anni ’50. Il tutto al ritmo della musica d’epoca, che una playlist che suonerà nel Parco e trasmetterà i brani si quel periodo, quando il rock’n roll era fatto da artisti del calibro di Elvis Presley e dei primi Beatles.

IL PERCORSO DIDATTICO
All’interno del Salotto nel Parco vi saranno due educatori professionisti che, dalle ore 18.00 alle ore 23.00, condurranno i piccoli in un percorso di consapevolezza finalizzato al rispetto dell’ambiente come bene comune. Un’attività volta a far comprendere lo stretto legame fra la vita quotidiana e i luoghi della natura, immaginato per stimolare e nutrire il concetto di responsabilità personale. La parte didattica verrà realizzata col supporto alla visione di pannelli che andranno a stimolare la curiosità e l’attenzione dei più giovani. I pannelli illustreranno infatti l’applicazione diretta nel quotidiano del principio delle “4R”: Riduzione, Riciclo, Riuso, Recupero. Ci sarà inoltre la presentazione di campioni di materiali di diversa natura grazie a cui si comprenderà concretamente come e a quali “rifiuti” comuni, è possibile applicare il principio delle “4R”.

I CONCERTI
Tre grandi concerti a ingresso gratuito saranno il fulcro di UP! 2016, con le performance di artisti notissimi del panorama (non solo) nazionale. Il 24 luglio a Minervino Murge (Ore 21.30, Villa Faro) saranno di scena due giovani, talentuosi e superpremiati musicisti: Ermal Metal, arrivato al Festival di Sanremo nel 2016 ed entrato in classifica con il suo album solista, e Giò Sada, il vincitore indiscusso dell’ultima edizione del talent show X Factor accompagnato dalla Barismoothsquad. Due giovani talenti, due pugliesi che sono anche l’espressione più significativa e riconosciuta del nuovo cantautoriato italiano, in un concerto in esclusiva per Up!. il 30 luglio, ore 21.30 in piazza Addolorata a Poggiorsini, arriva il gruppo che più di ogni altro ha definito appieno una poetica e una visione che unisca Europa e Mediterraneo: i Radiodervish. Nati in Puglia nel 1997 dal sodalizio artistico tra Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, questi artisti cantano di uomini e donne appartenenti a spazi, culture e tempi differenti, alla ricerca di varchi e passaggi tra Oriente e Occidente. Il 31 luglio alle ore 21.30 in Piazza Plebiscito a Spinazzola torna una vera istituzione del progressive italiano, la Premiata Forneria Marconi. Entrata di diritto nell’enciclopedia universale del rock, la band è stata fra le poche a imporsi in America scalando la classifica Billboard, protagonista di una continua sperimentazione sonora stimolata anche dai continui ricambi nella sua line-up.

Il programma dettagliato delle attività è disponibile on line su www.festaparconazionalealtamurgia.com oppure sulla Fan Page
www.facebook.com/altamurgiaofficial

Il Mago di Ricicloz, la fiaba ambientalista di Ulixes

Una nuova fiaba ambientalista per la Ulixes scs. Ad un anno dall’uscita editoriale de La Sirenetta e i rifiuti in fondo al mar, di Chiara Cannito, edito da Quorum, l’Ulixes presenta Il mago di Ricicloz, sempre per i tipi di Quorum e ancora grazie alla penna di Chiara Cannito. Si tratta della rivisitazione del notissimo romanzo per ragazzi Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum. La prima presentazione è in programma giovedì 7 luglio, alle 18, nei locali parrocchiali di Santa Caterina, in piazza Aldo Moro, a Bitonto.

La piccola Dorothy viene catapultata da un terribile uragano nella Terra dei Manichini, dove incontra la cattivissima Strega dell’Est, Pullosciona. Di qui, seguendo la Strada dei Cassonetti, incontrando decine di personaggi e superando le più entusiasmanti sfide, Dorothy giungerà infine alla Città di Riciclandia, dove incontrerà il Mago di Ricicloz che la aiuterà a tornare a casa, in un paese più pulito, più rispettoso dell’ambiente e con una percentuale di raccolta differenziata decisamente più alta.

Si conferma così l’attenzione della Ulixes scs per la didattica ambientale e la lettura per l’infanzia, strumenti essenziali per insegnare ai ragazzi ad un uso consapevole delle risorse.

La fiaba è apparsa per la prima volta nell’opuscolo «Essere rifiuti… differentemente», all’interno della campagna informativa di sensibilizzazione a cura del CREA, il Centro Regionale di Educazione Ambientale della Regione Puglia, Assessorato all’Ecologia 2008.

Il volume porta la firma di Chiara Cannito, vicepresidente della Ulixes scs, le illustrazioni sono a cura di Giulia Ameruoso mentre il testo a fronte, in inglese, è a cura di Emanuele Noviello.

Il volume può vantare il patrocinio dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – si ringrazia a tal proposito il prof. Alberto Fornasari per la prefazione – dell’Accademia di Belle Arti di Bari, del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e del Parco Regionale di Lama Balice.

Il mago di Ricicloz è stato finanziato dalla Regione Puglia, Servizio Ecologia, Centro regionale di Educazione Ambientale nell’ambito del programma regionale di informazione, formazione e educazione alla sostenibilità 2013/2015, bando «Grid-on-Green» del progetto Sentinella del Creato, affidato ai CEA, i Centri di Educazione Ambientale ‘Terra mia’, ‘ Oprhys’ e WWF ‘Masseria Carrara’, per tramite di Laetitia scs, Associazione Centro Studi Didattica Ambientale Terrae, coop. Verderame e Ulixes scs.

In occasione delle presentazione nella parrocchia di Santa Caterina sarà possibile acquistare il volume, con un’offerta speciale.

Lama Non Lama. Convegno di studi su Lama Balice

La Lama Balice, Parco Naturale Regionale dal 2007, è stata considerata per troppo tempo un ‘non luogo’, spazio senza identità, senza relazioni, senza storia. In realtà la Lama è depositaria di risorse archeologiche, geologiche, architettoniche e di biodiversità ancora tutte da studiare, approfondire e promuovere.

Con questi intenti nasce il convegno di studi Lama Non Lama, in programma venerdì 24 giugno, alle 17.00, nel Chiostro di San Domenico, a Bitonto (via Ambrosi, 12, centro antico, zona Cattedrale), organizzato nell’ambito delle attività del «Centro di Documentazione» del progetto SAC, Sistemi Ambientali e Culturali Nord Barese Ofantino, sui cui confluiscono le attività di ricerca e di studio dell’Urban Center del Comune di Bitonto, del progetto Sentinelle del Creato, finanziato dal bando «Grid-on-Green» dell’assessorato regionale all’ambiente, e delle attività dei «Servizi Specialistici Naturalistici, Scientifici e Ambientali», sempre del progetto SAC, Sistemi Ambientali e Culturali Nord Barese Ofantino.

Convegno di studio su Lama BaliceSi comincia alle 16.00, con l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti. Nell’occasione sarà possibile visitare la mostra fotografica ‘Segni del Terzo paesaggio’ che consta di 20 scatti fotografici, realizzati da Roberto e Antonio Tartaglione, su quattro diverse aree marginali della provincia: Torre dei Guardiani, in territorio di Ruvo, Masseria Filieri, in territorio di Poggiorsini, Lama Balice, in territorio di Bitonto e Masseria Carrara, in territorio di Modugno.

Alle 17.00, l’apertura dei lavori con i saluti istituzionali: Rosa Calò, vicesindaco di Bitonto, Nicola Parisi, assessore comunale all’Urbanistica, Domenico Guaccero, della Thesis srl che, insieme a Links, è affidataria del progetto «Centro di Documentazione» del progetto SAC.

Seguono gli interventi di approfondimento: Michele Sicolo parlerà di «Evidenze archeologiche di Lama Balice», Marco Petruzzelli di «Lama Balice: fossili e dinosauri», Sandro Sublimi Saponetti e Fabrizia Andriani di «Lama Balice: dalla Preistoria all’età moderna: studi antropologici, migrazioni e biodiversità», Vincenzo Iurilli «Valli carsiche e patrimonio geologico nella pianificazione a scala locale», Tommaso Massarelli di «Architettura della Lama Balice», Gaetano Pazienza degli «Aspetti naturalistici della Lama Balice», Giuseppe Loviglio di «Lama Balice e Villa Frammarino», Maria Panza del «Progetto “Sentinelle del creato”: il Terzo paesaggio e le aree marginali».

Alla chiusura dei lavori, seguirà una degustazione di prodotti locali tipici. La partecipazione al convegno è libera e gratuita. Si consiglia l’iscrizione, inviando una mail all’indirizzo comunicazione@cooperativaulixes.it. Per gli iscritti, è previsto un ticket di sconto per la degustazione.

La Sirenetta al Salone del Libro

La Sirenetta e i rifiuti in fondo al mar“, Quorum Edizioni, di Chiara Cannito, sarà al Salone del Libro di Torino, il prossimo venerdì 12 maggio. Alle 12, nello stand Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione, è in programma la presentazione del libro, con, a seguire, un laboratorio per i bambini dedicato al riciclo creativo.

La Sirenetta e i rifiuti in mezzo al mar” prende spunto dalla fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen, ma si adegua ai tempi e ai problemi di oggi. Abbandonata la chioma rossa, la nostra Ariel, scopre gli effetti devastanti dell’inquinamento marino attraverso l’aspetto nuovo – e solo apparentemente affascinante – dei pesci del Mare. E così, insieme ai fidati amici Flounder e Sebastian, Ariel incontra strani e bizzarri personaggi: Polpopet, Gambero di legno, Sgombro di uranio, Tonno in scatola, Sardina in vetrina, Triglia in umido, Sogliola su carta nonché il giovane di cui si innamora, a bordo di una strana nave. Anche la nostra Ariel desidera le gambe e le ottiene grazie alla Strega del Mare, che le formula una strana richiesta in cambio. La trasferta sulla terraferma l’aiuterà a scoprire il mondo dei rifiuti, della raccolta differenziata e del corretto smaltimento. E il finale ci regalerà una bella sorpresa.

La Sirenetta e i rifiuti in mezzo al mar”, Quorum Edizioni, Bari 2015, è stato realizzato dalla Ulixes scs nell’ambtio del TrEE, progetto di scambio europeo sui temi sull’educazione ambientale. Il testo di Chiara Cannito è stato tradotto in inglese da Emanuele Noviello. I disegni sono a cura di Nataly Crollo.

La cooperativa Ulixes sarà ospite dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione e librerie.coop che si presentano insieme alla 29° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 12 al 16 maggio: nel padiglione 1, gestiranno uno spazio complessivo di 180 metri quadrati, dove trovano posto le case editrici cooperative e librerie.coop che ospita anche la collettiva dei piccoli editori per ragazzi. Al centro dell’area, sotto il claim “Coraggiosi, visionari, indipendenti: cooperativi!”, una piccola arena sarà animata da presentazioni di libri, incontri con autori, laboratori, attività di sensibilizzazione alla lettura e all’editoria di qualità. L’intento è di aggregare al Salone una comunità di editori, librai, librerie, distributori, scrittori e lettori che amano condividere la cultura e credono che promuovere la lettura sia fondamentale per la crescita civile ed economica del nostro Paese.

Il programma completo e aggiornato delle iniziative è su www.alleanzacooperative.it  –www.librerie.coop.it  –  www.librerie.coop.bookrepubblic.it e su www.salonelibro.it

Slow Food Day, il 17 aprile a Bitonto

In occasione dello Slow Food Day, in programma venerdì 17 aprile, a Bitonto è in programma la presentazione della Guida agli Extravergini 2016 a cura di Slow Food Editore. L’evento Olio, Oro di Puglia, vuole così celebrare i 30 anni di Slow Food Italia.

Questo il programma della giornata

ore 9.30 – Visita guidata a Bitonto per i luoghi dell’olio a cura della Ulixes scs. Partecipazione gratuita, previa prenotazione al numero 329.8075548

ore 10.30 – Incontro tra Slow Food e i produttori bitontini di olio

ore 11.30 – Presentazione della Guida agli Extravergini 2016. Intervengono: Rocco Rino Mangini, assessore al marketing territoriale; Leonardo Manganelli, fiduciario della condotta Slow Food di Bari; Domenico Incantalupo, assessore all’agricoltura e coordinatore per la Puglia dell’associazione Città dell’Olio; Franco Mattarrese, capo panel test Oli Extra Vergine d’Oliva.

 

Progetto Gioconda, le voci dei ragazzi di #Taranto

Taranto, Progetto Gioconda – I Giovani Contano nelle Decisione su Ambiente e Salute, realizzato da Cnr di Puglia e da ARPA Puglia, con il supporto della Ulixes scs e di Lenvitos. In occasione della giornata conclusiva, i ragazzi coinvolti nel progetto presentano ai decisori politici le loro “raccomandazioni” su ambiente e salute e, in particolare, sulla qualità dell’aria e del rumore nella loro città.